Il Gargano da oggi ha un nuovo sbocco, una serie di opportunità concentrate verso il territorio baltico. Il tutto è stato reso possibile grazie ad un gemellaggio tra l’Italia e la Lituania, e precisamente tra il porto turistico di Rodi Garganico e il porto di Nida in Lituania.

Quest’intesa si è instaurata attraverso i vari progetti intrapresi dalla Cooperativa Sociale “New Service”, operante nel nostro territorio garganico in varie strutture come il centro diurno per malati di Alzheimer a Carpino e la comunità per minori a Vico del Gargano. Tra gli ultimi progetti conclusi è quello legato alla mobilità studentesca dell’Unione Europea, meglio definito come Erasmus+.

La premiazione ai partecipanti all’Erasmus+

Al progetto Erasmus hanno partecipato ben 25 ragazzi provenienti dalla Lituania, i quali hanno eseguito diverse mansioni nel nostro territorio, dal campo alberghiero all’edilizia. A conclusione di questa iniziativa si è svolta la premiazione dei partecipanti presso l’Hotel Albano di Rodi Garganico, con l’insigne presenza del Console Dr. Giuseppe Saracino, del Consolato Lituano di Puglia e Basilicata. Ad essere presenti alla premiazione il socio della Cooperativa Sociale “New Service” Mindaugas Lucka e la coordinatrice di questo progetto Karina Amizrzay, entrambi cittadini della Lituania.

“L’importanza di questo progetto va attribuita soprattutto a ciò che ne deriverà: scambi commerciali, turistici e soprattutto culturali” spiega il Console Dr. Giuseppe Saracino, e prosegue “stiamo pensando ad una sorta di gemellaggio fra il Porto Turistico di Rodi con il Porto Turistico di Nida. Nida è un’importante località che si trova sul Mar Baltico, molto frequentata da giovani, un posto ovviamente estivo e turistico. Speriamo di dare con questa iniziativa un ulteriore impulso al turismo in questa bellissima zona della Puglia”.

Galleria Fotografica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui