Vico del Gargano Commemorazione Covid

Vico del Gargano, 18 marzo 2021. “Nella giornata in cui tutta Italia ricorda le vittime del Covid, voglio condividere alcune considerazioni. Ci sono famiglie, a Vico, che stanno sopportando il dolore immane della perdita di una persona cara. A tutte queste famiglie, vorrei esprimessimo la nostra vicinanza e il nostro abbraccio. Ci sono lavoratrici, lavoratori, disoccupati, donne, uomini e bambini che stanno sopportando con sacrificio e con enormi disagi le conseguenze di chiusure, restrizioni, situazioni familiari e lavorative pesantissime e drammatiche. Non è accettabile, per tutte queste persone, per coloro che da mesi davvero si attengono alle regole, vedere che c’è ancora chi si comporta come se non fossimo in zona rossa, come se in questi mesi non avessimo perduto vite umane, persone che fino a ieri erano al nostro fianco e rappresentavano un patrimonio di affetti senza il quale ci sentiamo vuoti e persi. Non è accettabile, ripeto. E lo dico senza puntare il dito, ma appellandomi soltanto a due concetti: rispetto e responsabilità. Non è rispettoso, verso chi sta soffrendo, continuare a comportarsi come se non fossimo ancora in piena emergenza. Non è responsabile, verso se stessi e soprattutto verso gli altri, creare e favorire assembramenti fregandosene di tutto e di tutti. Ci sono negozi che hanno dovuto chiudere i battenti. Ci sono attività di ogni tipo che da mesi hanno chiuso e dopo un anno aspettano ancora di riaprire. C’è chi ha finito anche le lacrime. Su alcune situazioni, stiamo prendendo provvedimenti sia direttamente che in accordo con le forze dell’Ordine. I sacrifici, il dolore, il senso di responsabilità della maggioranza dei cittadini di Vico non possono essere vanificati da chi si sente al di sopra delle regole, del rispetto degli altri e del buon senso”. 

Lo ha scritto il sindaco Michele Sementino, con un post su Facebook.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui