in , ,

Le particolari e misteriose architetture della Masseria Montanaro

Ischitella, 28 gennaio 2022 – Combattono la tempesta del tempo e dell’abbandono. Sono ormai le ultime roccaforti di un passato dove grandi latifondisti e famiglie numerose reggevano un’intera economia. Anche questa volta il viaggio alla scoperta delle antiche masserie garganiche si muove tra la piana di Varano, nel territorio di Ischitella, giungendo alla Masseria Montanaro, nei pressi del Muschiaturo e la Chianca.

Possenti mura in pietra locale erigono la maestosità di questa tenuta, che conserva con tutto rispetto l’onore del suo passato. Uno dei proprietari, Rocco Montanaro, ha spiegato che l’intero immobile è stato diviso, o meglio “particellato”, tra gli eredi. Suggestiva è la stalla a pian terreno, caratterizzata da un robusto pilastro centrale a sostegno della volta. Quel che attira di questa colonna, realizzata in pietra, è la sua forma: ricorda un’enorme bottiglia.

Rocco ricorda bene quando queste mura erano in parte vissute, in un clima d’infanzia e di unione, dove in famiglia e tra famiglie regnavano antichi valori, sacri e inviolabili.

Articolo di Valerio Agricola, servizio a cura di Giuseppe Laganella, riprese e montaggio di Vittorio Agricola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa ne pensi?

La Dea bendata bacia Rodi Garganico: vinti 300mila euro con un Gratta e Vinci

La Capitanata “Monumentale” in 64 fotografie dei primi del Novecento