“Al momento a Cagnano Varano abbiamo 70 casi positivi, dichiarati dal Dipartimento di Prevenzione. Non è una situazione buonissima”. Così il sindaco Michele Di Pumpo ha esordito nell’intervista a Stato Quotidiano riguardo all’attuale situazione epidemiologica nella cittadina di Cagnano. “Dobbiamo assolutamente stare attenti in questo periodo – ha aggiunto – bisogna seguire le regole che ci danno il Governo, la Regione e i Comuni”.

Di Pumpo ha rivolto parole cariche di affetto al collega e sindaco di San Nicandro Garganico Costantino Ciavarella, deceduto in data odierna a causa del Covid. “Il Gargano ha perso un grande uomo, una grande persona – ha detto – Costantino Ciavarella era un medico prima che politico. Ha contratto il virus proprio nello svolgimento della sua missione sanitaria. La sua comunità ha perso e sentirà sicuramente la mancanza. Io dico “ciao” da parte di tutta la comunità di Cagnano”.

“Purtroppo il Covid è un mostro che per molti non esiste – ha proseguito il sindaco – purtroppo tanto da spingere le persone a festeggiare serenamente in queste ferie natalizie”.  L’impatto delle festività si sta riscontrando in questi giorni in diversi comuni garganici. “Cerchiamo in tutti i modi di adottare dei provvedimenti – ha spiegato Di Pumpo – soprattutto con il monito, per tutti i cittadini, di rispettare le regole che comunque ci sono”.

La campagna di screening per i test sierologici sta proseguendo per tutta la popolazione, a oggi sono stati eseguiti oltre 600 test. “Cagnano avrà un numero tale da essere caso di studio e di statistica regionale – ha precisato – il Dipartimento prenderà i dati dei test di Cagnano per trarre delle conclusioni scientifiche, anche sull’andamento della fenomenologia del Covid. Con questo devo ringraziare anche tutti i medici di Cagnano e non, che si stanno impegnando a dare questo servizio”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui