“Con lui eri un amico, che ti metteva a suo agio e ti permetteva di dire tutto”. Il regista Ferruccio Castronuovo si unisce al ricordo di Padre Massimo Montagano, morto lo scorso 28 gennaio. Un frate minore cappuccino che da anni, presso il Convento di Vico del Gargano dove era stato trasferito, dirigeva un laboratorio di teatro, il Laboratorio del Teatro K, con al seguito molti attori di ogni età e provenienza.

Ferruccio Castronuovo non era soltanto legato da una profonda amicizia con Padre Massimo, ma anche da interessi comuni. Uno dei tanti episodi che Ferruccio ha voluto ricordare è la cosiddetta “messa pazza” di Vico del Gargano, celebrata proprio da Padre Massimo nel Venerdì Santo, dove molti dei riti cattolici avvengono in maniera del tutto differente, in un senso più penitenziale.

“Abbiamo perso una persona che difficilmente troveremo ancora sulla nostra strada, ce ne vorrà di tempo” ha aggiunto commosso Ferruccio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui