Il maltempo di questi giorni ha decretato la fine dell’estate, una stagione che risulta ancora trainante per il turismo del Gargano.

A tirare le somme su questa stagione ormai conclusa è il sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti, cittadina che ogni anno si conferma ai primi posti in Puglia come presenze. “Nonostante il covid, l’estate è stata molto positiva” ha commentato il sindaco. Trascorso il mese di giugno caratterizzato da un clima diffuso di incertezza tra i vari gestori turistici, a luglio la situazione è nettamente migliorata con un numero di presenze equivalente all’anno precedente. Per il mese di agosto, secondo quanto dichiarato dal sindaco, il numero delle presenze con molta probabilità ha superato addirittura quelle dell’anno passato. Oltre a questo, c’è da aggiungere anche il bel tempo settembrino, che ha prolungato le giornate per poter andare a mare.

Ma per Nobiletti non dev’essere soltanto l’estate una stagione propizia per il turismo garganico. Il completamento della superstrada, con un progetto finanziato di 20 milioni di euro, e l’allungamento della pista dell’Aeroporto Gino Lisa recentemente ultimato, sono dei risultati che possono mirare alla destagionalizzazione del territorio. “Per noi rappresenta un’infrastruttura fondamentale – ha detto Nobiletti – perché potrà consentire ai turisti di poter venire sul Gargano anche in bassa stagione, prolungando l’attività lavorativa degli operatori turistici – e ha aggiunto – Adesso bisogna mettere le risorse per far sì che ci siano i voli che possano interessare al comparto turistico”.

Il sindaco ha parlato anche di sanità locale, migliorata e arricchita da una seconda postazione di elisoccorso a Vieste: “È stata una conquista fondamentale – ha detto – ma bisognerà migliorare l’ambito specialistico, perché i cittadini devono evitare di fare centinaia di chilometri per fare una visita quando magari potrebbe essere possibile farla nei nostri presidi territoriali”. Per quanto riguarda la sanità è chiaro che bisognerà continuare nello stesso segno in cui si è lasciato e quindi cercare di migliorare ulteriormente i servizi sul territorio soprattutto in una realtà come quella garganica che è molto distante dagli ospedali. Bisognerà migliorare i collegamenti e questo in parte è stato fatto con l’elisoccorso notturno, che è stata una conquista fondamentale e poi bisognerà migliorare nella specialistica perché bisognerà evitare che i cittadini facciano centinaia di chilometri per fare una visita quando è possibile farla nei nostri presidi territoriali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui