Ischitella, 22 marzo 2021. Finalmente è attiva la campagna di raccolta fondi online, sulla piattaforma GoFundMe, per il restauro della Chiesa del Purgatorio di Ischitella.

Per donare è necessario possedere una carta di credito o di debito, Visa, Mastercard, Discover o American Express, accedendo al seguente link: https://gofund.me/01397924. Per assicurare che la donazione sia andata a buon fine, vi verrà spedita una mail da GoFundMe. Una volta effettuata la donazione, vi verrà chiesto di promuovere la campagna tramite Facebook, Twitter, Instagram, SMS, Email o WhatsApp. Sarebbe opportuno diffondere il link della campagna di raccolta fondi a più persone possibili, affinché incrementino le possibilità di successo della stessa.

Sarà possibile donare anche

  • tramite bonifico bancario intestato alla “Parrocchia Santa Maria Maggiore”, indirizzo Via Padre Manicone n°1, Ischitella (FG), CAP 71010, IBAN: IT91M0538778700000043135128, causale “Restauro Chiesa del Purgatorio”;
  • portando personalmente il proprio contributo al Sac. Don Berardino Iacovone;

Si informa, inoltre, che si parte da una somma di 382,11 euro derivanti dalle offerte dei Sepolcri del 2018, a cui vanno aggiunti i 250 euro che generosamente sono stati consegnati in chiesa in questi giorni. Vi ringraziamo di cuore. RestauriAMO la Chiesa del Purgatorio.

Tutti insieme. Per amore.

Per info e contatti, è possibile visitare la pagina Facebook dedicata: https://www.facebook.com/ChiesadelPurgatorioIschitella


La Chiesa del Purgatorio è la più bella del paese.

Edificata tra il 1705 e il 1715, è stata chiusa al pubblico dopo un sisma del settimo grado, verificatosi il 30 settembre 1995. Da allora, è cominciato il suo lento, inesorabile declino. Le crepe hanno causato infiltrazioni che, negli anni, hanno indebolito la struttura della volta. Gli stucchi hanno cominciato a sgretolarsi. Con il tempo è divenuta ricettacolo di topi e piccioni. Qualche settimana fa, per il forte vento, sono cadute molte tegole e adesso la situazione peggiora più velocemente.

Urge un tempestivo consolidamento di tutta la struttura. Data la situazione di precarietà dell’edificio, si è provveduto a portare in restauro le tele e altre suppellettili della chiesa. Esse saranno collocate altrove, in attesa di tornare, ci auguriamo presto, al loro posto.

Abbiamo un sogno e vorremmo che diventasse il sogno di tutti: riportare a nuova vita la chiesa del Purgatorio di Ischitella. Ci rivolgiamo anche ai tanti Ischitellani sparsi per l’Italia e per il mondo, che non hanno spezzato il sottile filo che li congiunge alla loro terra.

Non si tratta solo di una bella chiesa da salvare. Non è solo la nostra storia da tramandare. Questo è un luogo del cuore di tutta una comunità, la nostra, che, speriamo, possa stringersi con noi in un unico abbraccio d’amore.

Lo dobbiamo a quelli che ci hanno preceduto, ai loro occhi che hanno visto, alle loro vite, alle loro gioie, ai loro dolori, al loro pianto. Avremmo dovuto essere custodi attenti, nel proteggerla. Tanta bellezza era da vivere, accarezzare, curare, preservare. E consegnare a quelli che sarebbero venuti dopo di noi, con la speranza che fossero altrettanto attenti e consapevoli di avere un gioiello da tramandare. Pochi ricordano la chiesa del Purgatorio aperta, i rintocchi della sua campana, le candele accese sull’altare durante le funzioni, il suono dell’antico organo. Chi era allora bambino ricorda gli scheletri dipinti sul muro, che incutevano timore. Tanti ora non la conoscono se non in foto.

RestauriAMO la Chiesa del Purgatorio di Ischitella

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui