Serata all’insegna dell’archeologia ad Ischitella nel quarto appuntamento di Gargano RestArt 2020 promosso dall’Assessorato alla Cultura e dalla Presidenza del Consiglio Comunale. Ieri sera, nella piazzetta di San Francesco, l’archeologo di fama internazionale Francesco Paolo Maulucci ha presentato la conferenza dal titolo “Amore e amanti nella Pompei antica”.

Nel corso dell’interessante intervento, con grande semplicità di linguaggio il Prof. Maulucci ha parlato delle sue importanti scoperte condotte nel corso di molti anni presso gli scavi di Pompei. L’archeologo ha mostrato varie testimonianze della vita giornaliera della cittadina romana riscontrate attraverso i numerosi graffiti tracciati sulle pareti delle abitazioni. Il metodo di ricerca adoperato per rivelare queste incisioni, come spiegato dallo stesso Maulucci, è stato quello di adoperare, in orari notturni, la luce radente di una torcia sulle pareti delle case. “I muri vanno interrogati – ha spiegato Maulucci durante la conferenza – ho prestato attenzione al graffito, al disegno del bambino, alla frase scritta da un cittadino qualsiasi, in un momento di rabbia, di rancore, di gioia”. Da queste scritte sui muri, Maulucci è riuscito a far emergere anche delle dediche d’amore di raffinata poesia, riscattando con la sua analisi la pesante accusa aggravata su Pompei, ritenuta troppo spesso come città della perdizione.

In hoc signo vinces

Sono intervenuti alla discussione anche il Sindaco di Ischitella Carlo Guerra e il Presidente del Parco Nazionale del Gargano Pasquale Pazienza, che hanno preannunciato il progetto di una grande mostra diretta dal Prof. Maulucci che si terrà proprio ad Ischitella. La mostra ruoterà intorno ad uno dei più importanti graffiti ritrovati sul Gargano, nel sito archeologico di Santa Maria di Monte d’Elio, raffigurante tre quadrati concentrici che rappresentano il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, simbologia rinvenuta anche presso la Grotta di San Michele Arcangelo a Monte Sant’Angelo.

Nomina a direttore del Museo Archeologico

Nel suo intervento conclusivo, il Sindaco Carlo Guerra ha voluto cogliere l’occasione per porgere pubblicamente l’invito al Prof. Maulucci a dirigere il Museo Archeologico di Ischitella, affiancato dalla collaborazione dell’archeologo Endrio Nicodemo Moro. “Sono lusingato – ha commentato Maulucci dopo la proposta – Ho promesso di aiutare i giovani, come ho sempre fatto quando ero Direttore della Sede della Soprintendenza di Foggia. Se mi seguite facciamo diventare Ischitella Capitale dell’Archeologia Garganica”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui