Ischitella, 12 marzo 2021. La Chiesa del Purgatorio nel centro storico di Ischitella si avvia verso una nuova vita. Dopo un lungo periodo di abbandono, precisamente dalla rovinosa scossa di terremoto del 30 settembre 1995, e dopo varie segnalazioni, con ultima la perizia sul tetto eseguita il mese scorso dai vigili del fuoco, ora per la chiesa ha iniziato il suo cammino verso il restauro. Si partirà con la conservazione e successivo risanamento delle opere al suo interno, per mirare infine al ripristino e messa in sicurezza dell’intero edificio.

In questi giorni le opere all’interno della chiesa sono state portate in salvo dall’azione distruttiva dei topi e dei piccioni, pertanto sono state trasportate in sicurezza e ricoverate in attesa di restauro. Questa “macchina pro Purgatorio” si è messa in azione grazie all’intervento del parroco Don Berardino Iacovone, su interessamento dell’Ufficio dei Beni Culturali della Diocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo e della Soprintendenza di Foggia, e merito anche alla forte determinazione di Gianluca Giambattista e Lucia Augelli, volontari e cultori della Chiesa del Purgatorio.

A dare il via a questa serie di interventi, è il restauro dell’antica tela della Madonna della Mercede, opera commissionata nel 1715 dal Principe Francesco Emanuele Pinto e dipinta dal pittore Gennaro Abate. La tela sarà restaurata dalla dott.ssa Maria Elena Lozupone, già artefice dei restauri eseguiti alle statue degli Arcangeli Michele e Raffaele della Chiesa Madre e al prezioso SS. Crocifisso di Varano. Nota positiva in riguardo è che la tela non è stata mai alterata da passati restauri, si presenta esattamente come è stata dipinta nel lontano 1715.

A breve partirà la raccolta fondi, gestita dalla parrocchia Santa Maria Maggiore. Si potrà seguire lo svolgersi di questa grande rinascita attraverso la pagina Facebook: Chiesa del Purgatorio Ischitella.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui