Turismo e covid-19. Due aspetti che in questo periodo sembrano contrastarsi e impedire di dare certezze agli operatori turistici per quanto riguarda la stagione estiva. Nonostante tutto, c’è chi sul Gargano non si arrende e si arma di pazienza e speranza per mettercela tutta e ricominciare.

Mino Mastromatteo, titolare del Camping Baia San Nicola a Peschici, una struttura all’interno di una delle più belle baie del Gargano, ha parlato di una situazione imprevedibile e che ha comportato incendi perdite, soprattutto in questo mese di maggio dove è ancora impossibilitato lo spostamento tra regioni. “Quest’anno doveva essere una stagione eccezionale, anche perché la Pentecoste è alta e quindi in Germania, nella Baviera, hanno due settimane di vacanza anche a scuola. Avevo un sacco di prenotazioni per giugno, e ho avuto un sacco di disdette in automatico” ha detto Mino.

Come tanti titolari di strutture ricettive nella regione, Mino sta attendendo le direttive dal governo. “Siamo bloccati – ha riferito – oltretutto lo è anche il cliente che fa difficoltà a prenotare data la situazione incerta. Questo è un tipo di lavoro che viene programmato, non possiamo organizzarlo dall’oggi al domani, e quindi era necessario già da qualche mese avere delle indicazioni abbastanza esatte e precise”. La Bandiera Blu, riconfermata anche quest’anno a Peschici, offre buoni propositi e incoraggiamento in una località ritornata a essere bianca, senza contagi da covid-19. “Facciamo il possibile e siamo determinati ad andare avanti e riaprire per questa stagione – ha proseguito Mino, che con una nota di ottimismo, ha colto questo periodo per pensare a bei progetti con la sua comunità. “A Peschici, in questo momento, abbiamo approfittato per ricreare un’associazione costruttiva, ho intenzioni di creare un marchio che potrebbe essere quello del Gargano. Ci stiamo organizzando, ce la stiamo mettendo tutta, ci sono giovani imprenditori, capaci, che hanno manifestato con me l’intenzione di poter fare questo progetto. Bisogna essere ottimisti, perché l’ottimismo è sempre premiato dalla buona sorte”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui