San Giovanni Rotondo, 07 settembre 2021 – Tanta commozione e molti ammiratori accorsi da tutta Italia per dare l’ultimo saluto a Raffaella Carrà, a due mesi dalla sua morte, nella tappa del pellegrinaggio delle sue ceneri nella città di San Pio, santo a cui l’artista era devota. A portare l’urna durante questo viaggio è stato il suo compagno di vita Sergio Japino.

Tra i tanti fan che hanno assistito alla santa messa celebrata nel Santuario di San Pio, anche una ragazza, Micaela Trupia, proveniente da Torino che ha compiuto ben 900 km pur di rendere omaggio alla grande artista. “Seguo Raffaella dalla sua trasmissione televisiva ‘Pronto Raffaella?’ – ha riferito – ho avuto modo di conoscerla personalmente e l’ho seguita lungo tutte le sue molte tappe durante i tour. Per me è stata un’artista a 360°, oltre che al livello artistico mi ha sempre colpito il suo lato umano”.

Articolo di Valerio Agricola – Intervista a cura di Giuseppe Laganella – Riprese e montaggio a cura di Vittorio Agricola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui