(ANSA) – TERMOLI, 20 DIC – “In 19 giorni, a dicembre ‘saltate’ dieci corse tra Termoli e le Isole Tremiti”.

Lo denuncia il sindaco delle Diomedee, Antonio Fentini dal porto della città adriatica dove è rimasto bloccato per diversi giorni insieme ad una trentina di isolani con le auto piene di derrate alimentari acquistate in vista delle festività natalizie.

Il sindaco Antonio Fentini (fonte image: ANSA)

Solo questa mattina sono riusciti a salpare dopo oltre tre giorni di ‘stop’ del collegamento da parte della motonave che effettua giornalmente il servizio.

Secondo il primo cittadino “l’imbarcazione è rimasta in porto anche durante le giornate di bel tempo e mare calmo. Non si giustifica la mancata partenza di ieri, domenica, con il bel tempo”.

Sulla problematica venutasi a creare dovuta alle riduzioni dei viaggi, Fentini si rivolge al Ministero con una lettera.
“La continuità territoriale con le Isole Tremiti si è andata a farsi friggere – ha dichiarato all’ANSA -. Gli isolani sono arrivati a Termoli giovedì scorso per gli approvvigionamenti di Natale, con le auto piene di merce e prodotti, soprattutto carne visto che a Tremiti non c’è la macelleria. Siamo potuti ripartire oggi. Il problema è molto sentito non solo da noi isolani ma anche per i turisti che devono arrivare o ripartire.
Il disagio c’è”. (ANSA).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui