Rodi Garganico, 26 giugno 2021 – Una gradevole serata estiva quella di ieri sera, che ha abbracciato l’emozionante atmosfera manifestata durante la presentazione del libro #ioscrivodigetto (Girardi Editore) della poetessa Rosanna Santoro, tenuta al Villaggio Fronte Mare a Rodi Garganico.

Una raccolta di poesie e prose che la poetessa Santoro ha condiviso negli ultimi anni, in particolar modo nel periodo segnato dalla pandemia, con i social e il suoi numerosi followers attraverso l’hashtag che ha dato titolo al libro #ioscrivodigetto.

L’incontro, inserito nelle “Giornate della gioia” organizzate dall’Istituto Comprensivo “Pietro Giannone”, ha visto l’interpretazione delle prose da parte dell’attrice Giusi Zaccagnini e l’intervento musicale della cantante Rosalba Santoro.

Descrizione del libro #ioscrivodigetto (da Girardi editore): La raccolta poetica si compone di alcune prose, che spiegano un viaggio di “sangue e di terra”, di sentimenti che affiorano nei luoghi dove si incontra l’amore felice o dannato: un percorso esistenziale basato sull’autenticità e sulla permeabilità di un paesaggio che si fonde con l’autrice. L’uso della scrittura immediata, basata sull’improvvisazione, è voluto e si lega con naturalezza alla storia di versi che narrano la vita di una donna. Un percorso duro che va dall’amore al cinismo del non amore. La vita, però, è anche amore immenso per la terra, per gli altri, e non solo per un uomo che l’ha resa donna, al di la di tutte le difficoltà di un amore difficile da vivere. L’amore guarisce le ferite più profonde e ti fa continuare a vivere perché senza non è vita. Il sentimento, in queste rime, è mistero che sconfigge la morte, è nei legami eterni con quelli che amiamo di più. Di qua, la poetica del ricordo, degli affetti più grandi, di quei genitori nonni per i quali la vita è un atto d’amore per il mondo, per le formiche, per i ramarri di cui certi uomini speciali, forse toccati dalla luce dell’immenso, ne conoscono il linguaggio. L’universo cade dentro noi se ci apriamo ad esso, e ci perdiamo per essere granello in un margine. Questo il messaggio di un’opera che vuole essere solo la storia semplice di una donna qualsiasi.

Biografia (da Girardi editore): Rosanna Santoro, nata a Santeramo in Colle (Bari), si trasferisce a Bari nel ’95, dove si laurea in Lettere. Si trasferisce per lavoro in Emilia Romagna nel 2003. Lavora come educatrice nel modenese per un breve periodo e nel 2003 vince una borsa di studio per un Master di II livello presso l’Università di Bologna. Nel 2009 pubblica una silloge di poesie, Il giardiniere, e incontra Franco Forte, editor delle collane Mondadori, ed editore della Delos digital per il quale si occuperà di una rubrica di poesia nel mensile “Romance Magazine”. Nel 2014 diventa editor della Delos Book. Nel 2016, per Delos Digital, cura una collana di poesie, Odissea Poesia, e pubblica 30 persone, poesie usate come forma di ringraziamento e un atto concreto per uscire dall’autismo dell’amore. Sempre per Delos digital, scriverà Certi amori, un’altra raccolta in forma di dialogo amoroso. È ideatrice del blog letterario, “Logokrisia”, luogo di incontro virtuale tra le maggiori autrici italiane, dove sperimenta una scrittura tutta al femminile. Si abilita come docente di Lettere, e si concentra sugli studi universitari. Nel 2017 si specializza sul Sostegno e ferma l’attività di editor, occupandosi di eventi culturali e ultimando #ioscrivodigetto. Attualmente vive a Rodi Garganico, dove insegna e si occupa attivamente del ruolo dei paesi nella vita degli individui, questo anche per il suo impegno nelle comunità Provvisorie della casa della Paesologia di Franco Arminio.

Articolo di Valerio Agricola – Servizio a cura di Giuseppe Laganella – Riprese e montaggio a cura di Vittorio Agricola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui