Nel primo pomeriggio di quest’oggi è stato ritrovato vivo e in discrete condizioni di salute, Giuseppe Totaro, classe 1942, che dal pomeriggio di domenica 16 maggio non aveva più fatto ritorno a casa.

L’anziano ha vagato per tre giorni e tre notti nella Foresta Umbra in una zona particolarmente impervia del Comune di Vico del Gargano (FG). Immediata anche la partenza delle squadre di terra del Servizio Regionale Puglia del CNSAS.

Da subito, sono stati profusi i massimi sforzi per consentire il ritrovamento dell’uomo: intervenute anche le Unità Cinofile da Ricerca Molecolari del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico oltre quelle da Ricerca di Superficie.

A seguito di accurata anamnesi e studio della geomorfologia del sito, le figure tecniche specialistiche in ambito Ricerca di Superficie del Soccorso Alpino e Speleologico hanno individuato l’area primaria di ricerca anche sulla scorta delle indicazioni fornite dalle Unità Cinofile da Ricerca Molecolari giunte da Abruzzo e Molise già nella notte di lunedì.

Un risultato possibile grazie all’impegno di molteplici enti (oltre ai Carabinieri Cacciatori, i Carabinieri della locale Stazione di Vico, la polizia di Stato, alcuni uomini dell’Arif, i VVF e alcune associazioni di volontariato): un ringraziamento particolare allo Squadrone Elitrasportato Carabinieri Cacciatori Puglia e all’ormai consolidata ottima collaborazione interoperativa con il Soccorso Alpino e Speleologico Puglia

La ricompensa più grande in un’operazione di ricerca e soccorso: l’aver ritrovato in vita la persona dispersa dopo tre giorni di duro lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui