Ischitella, 14 luglio 2021 – La prolungata assenza di piogge, dal marzo-aprile di quest’anno, unita alle insistenti ondate di calore sta compromettendo in maniera molto critica gli olivi pugliesi. Stato d’emergenza per i produttori di olio, che non attendono l’acqua con il conta gocce, ma una pioggia in grado di far rinvigorire l’oliva.

“Non piove dalla prima fioritura degli ulivi” è quanto ha affermato Michele Graziano, appartenente ad una famiglia di produttori olivicoli in agro di Ischitella, aggiungendo: “Se non piove adesso, si rischia che ad ottobre la pioggia fa cadere le olive già indebolite”.

Articolo di Valerio Agricola – Intervista a cura di Giuseppe Laganella – Riprese e montaggio a cura di Vittorio Agricola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui