Rodi Garganico

Rodi Garganico, 18 dicembre 2020. “C’è stato un focolaio in una clinica privata di Rodi Garganico”. Lo ha dichiarato sui social il sindaco Carmine D’Anelli,  dopo il riscontro di alcuni casi di positività da Covid-19 nella RSA “Madonna della Libera”. Il primo cittadino ha tuttavia rassicurato che la situazione è per ora sotto controllo, anche grazie alla tempestività d’intervento.

“Sabato 12 dicembre, siamo stati informati di un operatore che aveva avuto dei problemi – ha riferito d’Anelli – Abbiamo immediatamente comunicato della situazione, a nostro avviso preoccupante, all’ASL di Foggia. Il giorno successivo ci siamo adoperati per fare 156 tamponi alle persone ricoverate e agli operatori della clinica”.

Dai risultati dei tamponi, si è potuto constatare che alcuni, fra ricoverati e personale sanitario, sono risultati positivi. “Risposte che non volevamo – ha commentato il primo cittadino, che ha aggiunto – Abbiamo provveduto immediatamente ad attivare le procedure previste dai vari protocolli. Ci sono stati molti tamponi negativi e alcuni positivi, ma purtroppo, alcuni tamponi che inizialmente erano negativi dopo qualche giorno sono diventati anch’essi positivi”.

Tra i dipendenti della clinica risultati positivi anche un amministratore comunale. Precauzionalmente, sono stati sottoposti a tampone tutti gli amministratori e altre persone presenti presso l’edificio comunale. “Per avere la certezza di avere tutto sotto controllo, domani saranno effettuati i tamponi molecolari presso il Drive-Through di Lido del Sole” ha detto D’Anelli.

Situazione rientrata nella normalità, invece, per quanto riguarda il focolaio esploso circa due mesi fa nella scuola primaria di Rodi Garganico. “Non abbiamo più contagi per quanto riguarda i bambini – ha riferito il sindaco – sono tutti diventati negativi, e con essi anche i loro genitori”.

Fonte: Stato Quotidiano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui