Una proficua riunione per mettere in luce la ricchezza e la varietà del patrimonio culturale e artistico di Ischitella, spesso dimenticato o peggio bistrattato. L’incontro, a carattere interlocutorio, si è svolto nel pomeriggio di ieri lunedì 22 giugno presso la sala consiliare del Comune di Ischitella, con la partecipazione dei rappresentanti delle varie associazioni e partiti politici del paese.

Nella riunione si è ritenuto esporre alcuni beni artistici che necessitano urgenti interventi di ripristino, e tra questi c’è la tela della Madonna della Mercede, del XVII sec. opera del pittore Gennaro Abate, custodita all’interno della Chiesa del Purgatorio, anch’essa necessitante d’immediato restauro e per questo motivo chiusa ai fedeli. Altri beni, sempre oggetto di discussione e che richiedono attenzione dato il rischio di crollo è la Torretta di Varano, la Chiesa della Madonna delle Grazie e l’antica Abbazia di San Pietro in Cuppis, contenente un raro esempio in Italia di iconostasi in pietra. Trattato anche il patrimonio archeologico con la necropoli di Monte Civita situata sull’omonimo monte Civita e il corrispettivo Museo Archeologico.

L’interno della Chiesa del Purgatorio con la tela, che sovrasta il coro, dedicata alla Madonna della Mercede (XVII sec.)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui