Vico del Gargano, 24 marzo 2021. Triste ritrovamento sul litorale di San Menaio. Un esemplare di delfino, di sesso maschile, è stato ritrovato in avanzato stato di decomposizione sulla spiaggia. L’animale, di grandi dimensioni, è lungo 2,80 metri per un peso approssimativo di circa 2,20-2,30 quintali.

Il decesso potrebbe essere imputabile ad una ferita mortale da elica lungo tutto il corpo, da far risalire ad almeno 20-25 giorni fa. La carcassa presenta anche degli attacchi predatori post-mortem. L’avanzato stato di composizione ha reso invano tutte le possibili analisi per stabilire con certezza la possibile causa di morte.

“Come inizia la bella stagione, iniziano le brutte sorprese, con lo spiaggiamento di questi animali spettacolari – ha riferito il medico veterinario ASL Alberto Abbenante, giunto sul luogo del ritrovamento – Il ritrovamento di questi delfini è motivo di sconfitta di tutti quanti”.

Tra la giornata di ieri e oggi, probabilmente a causa del mare agitato, ci sono stati cinque rinvenimenti di tartarughe, della specie Caretta caretta, fortunatamente tutte vive. L’ultimo spiaggiamento è avvenuto oggi sulla spiaggia di Calenella. Tutte le tartarughe sono state immediatamente condotte al Centro Recupero Tartarughe Marine di Manfredonia, dove saranno assistite e curate. Dopo una serie di analisi e miglioramenti, le tartarughe potranno essere messe in libertà nel mare.

Articolo di Valerio Agricola – Servizio a cura di Giuseppe Laganella e Vittorio Agricola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui