Decine di chilometri di percorso, passando dai 500 metri di Roccamorice fino agli oltre 2000 metri del Blockhaus sulla Majelletta, con il 10% di pendenza fissa, con alcuni punti al 15%. È l’impresa sportiva compiuta da quattro ciclisti di Ischitella, Tobia Di Tonno, Rocco D’Avolio, Michele Carbonella e Domenico Angelillis, nel percorrere in bici la difficoltosa salita della Majelletta, uno dei massicci più alti degli Appennini. Un percorso da professionisti quello di Roccamorice-Blockhaus, già tappa nella centesima edizione del Giro d’Italia del 2017.

“Guardando la salita, sembrava di avere un muro davanti – ha raccontato Tobia Di Tonno – ma con la testa verso terra siamo riusciti a non farci scoraggiare – e ha aggiunto – La cosa più bella, comunque, è che ci siamo divertiti”. Non sarà certo la prima e ultima ardua impresa per questi abili ciclisti di Ischitella, già per la prossima settimana si prevede di tornare ad affrontare la montagna, sempre con la loro inseparabile bici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui